Il vetro che si ripara da solo

Ricercatori dell’università di Tokyo dicono di aver sviluppato il primo “vetro autoriparante” al mondo: per aggiustarlo basta unire insieme le due parti rotte e fare pressione con le mani. Realizzato con un polimero leggero, si ripara – assicurano – anche esercitando una minima pressione.

Il vetro si ricompone attraverso fusione a temperatura elevata, ma questo materiale a temperatura ambiente. In futuro potrebbe aver molte applicazioni. Anche per gli smartphone.

Ma – spiegano i ricercatori – non nell’immediato. La notizia è finita anche sulla pagine della prestigiosa rivista Science

via Giappone, ecco il vetro che si ripara da solo – Repubblica Tv – la Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *